FLON-FLON E MUSUTE

Il tema del confine e delle barriere linguistiche e culturali, quello delle guerre e delle profuganze, sarà il cuore dell'iniziativa organizzata per venerdì 14 ottobre, alle 18.00 a San Pietro al Natisone, dove -tramite una produttiva collaborazione tra ARLeF (Agenzia Regionale per la Lingua Friulana), l'Istituto per la Cultura Slovena (ISK) e l'Associazione Culturale "El Tomât" di Buja- avrà luogo la lettura multilingue della fiaba di Flon Flon e Musute e la presentazione del video ideato e musicato da Leo Virgili, con la voce di Michele Polo e l'animazione dei disegni originali di Elzbieta di Francesco Baita.
Durante l'incontro interverranno:
Živa Gruden per l'Istituto per la cultura slovena
Lorenzo Fabbro per l' ARLeF -Agenzia Regionale per la Lingua Friulana
Maša Klavora per la Fondazione Le vie della pace nell’Alto Isonzo
Livio Sossi, Docente di letteratura dell’infanzia all’Università di Udine e all’Università del Litorale a Capodistria
Laura Nicoloso, traduttrice
Guglielmo Pitzalis, Associazione Culturale El Tomât Buja (UD)

E' uscito alla fine del 2015 Flon Flon & Musute la versione in lingua friulana di “Flon Flon & Musette”, albo illustrato di Elzbieta, libro vincitore, nel 1996, del Premio Andersen, il più importante riconoscimento nel campo della letteratura per l'infanzia.

La pubblicazione, realizzata dalla Associazione Culturale di promozione sociale “el tomât” di Buja, con il sostegno dell'ARLEF, porterà questo libro nelle case e nelle scuole come strumento e supporto didattico per l'educazione alla pace e per l'insegnamento della lingua friulana, per far riemergere racconti di vite vissute e tramandate in una terra di frontiera, che porta viva memoria di guerre, invasioni e profuganze: a cento anni dallo scoppio della Grande Guerra, settanta dalla fine sella seconda e solo venti dalla disgregazione della ex-Jugoslavia, guerra, quest'ultima, “sulla porta di casa” per il Friuli. E' in questa regione che si è aperto fra i confini il varco nella “siepe di spine” che separava anche i cortili delle case di Gorizia e con loro l'Est e l'Ovest.

L' autrice e illustratrice Elzbieta nasce in Polonia, ma non ci resta per molto: all'indomani dell'invasione nazista che nel 1939 dà inizio alla seconda guerra mondiale fugge in Alsazia, all'epoca regione tedesca, dove viene accolta da una famiglia. In seguito passa un lungo periodo in un convento in Inghilterra per arrivare infine a quindici anni a Parigi. Nel 1972 escono i suoi primi libri e da allora ne ha scritti tanti, tutti impegnati a favore dei più deboli e contro la guerra.

La traduzione friulana, dall'originale francese, è a cura di Laura Nicoloso, maestra a Bordano fin dai tempi del terremoto e della “pedagogia della tenda”, che ha fatto della lingua nativa parlata dai bambini occasione di accoglienza delle diversità e stimolo alla curiosità per ogni cultura e lingua “altra”. E “Musette” diventa “Musute”, quasi ad evocare i troppi volti di bambine e bambini che con sofferto stupore vivono anche oggi l'incomprensibile assurdità di ogni guerra.

Flon-Flon e Musette sono due coniglietti: amici che giocano sempre insieme fino al giorno in cui scoppia la guerra e non possono vedersi più perché Musette "sta dall'altra parte della guerra"
Flon-Flon e Musette è un libro di domande. Di quelle domande scomode, a cui nessun adulto vorrebbe mai rispondere. A cui la mamma e il papà di Flon-Flon rispondono sempre. Non puoi parlare con Musette, dice la mamma, perchè sta dell’altra parte della guerra. Le guerre, le preoccupazioni, non risparmiano i bambini. E i bambini non ci risparmiano le domande.
Da una storia nascono sempre nuove domande. E in questo alternarsi di domande e risposte il bambino trova il suo posto nel mondo, in mezzo ad adulti che non hanno paura di accompagnarlo alla vita. Quella vera.

A  giugno 2016 il libro è diventato anche una fiaba video ideata e musicata da Leo Virgili, con la voce di Michele Polo e l'animazione dei disegni originali di Elzbieta di Francesco Baita. Il video si può guardare nella sezione video per bambini del sito dell'ARLeF: www.arlef.it

Zire il to dispositîf

Ruota il tuo dispositivo

Rotate your device

Cheste pagjine no si pues viodi cun chest dispositîf

Pagina non disponibile per questo dispositivo

This page is not available on this device